Imballaggi in vetro

di Venerdì, 06 Febbraio 2015 - Ultima modifica: Lunedì, 23 Marzo 2015
Immagine riciclo vetro

Il vetro è uno dei materiali maggiormente ecocompatibili: si può infatti riutilizzare più volte e riciclare all'infinito dal momento che i contenitori usati possono essere fusi e rifusi senza perdere nulla delle proprietà originarie.Tra le sue innumerevoli qualità  ricordiamo: la resistenza alle alte temperature di lavaggio dei vuoti, la robustezza, la totale garanzia di non assorbimento di sapori e odori, la sicurezza dal punto di vista igienico-sanitario.

Si può conferire:

  • Bottiglie di vetro
  • Ogni tipo di contenitore di vetro (bottiglie, vasi, vasetti, barattoli) anche di colore diverso

Non si può conferire:

  • Oggetti in ceramica e porcellana (assolutamente proibito) oppure in plastica
  • Oggetti di vetro e cristallo (vasi, bicchieri) che non sono imballaggio
  • Termopan o finestre con doppio vetro sigillato
  • Specchi
  • Vetro da forno (pirofile)
  • Parabrezza
  • Finestre
  • Tubi al neon e lampadine
  • È vietato depositare all'esterno della campana damigiane e grandi contenitori o altri materiali vetrosi
Immagine decorativa

Istruzioni per il corretto conferimento
Gli imballaggi in vetro devono essere:

  • conferiti nelle campane verdi
  • vuoti e non presentare evidenti residui del contenuto (eventualmente vanno risciacquati)
  • sfusi e non contenuti in borse o sacchetti di plastica

Il riciclo del vetro
Con il vetro proveniente dalla raccolta differenziata si ottiene del vetro scuro (verde e marrone). Ciò consente un risparmio di materie prime, quali sabbia silicea, soda e carbonato di calcio ed una sensibile riduzione dei consumi energetici. L'industria del vetro ha ridotto drasticamente anche i consumi di energia: per ogni 10% di rottame di vetro, inserito nei forni fusori, si ottiene un risparmio del 2,5% sull'energia impiegata nella produzione. Si giunge oggi anche a punte dell'80% di utilizzo del rottame come materia prima. L'utilizzo nella miscela vetrificabile di rottami di vetro permette di abbassare il punto di fusione, occorrono cioè minori quantità di calore per far fondere la miscela rispetto a quelle necessarie impiegando solo silice, soda e calcare. Si riduce anche l'inquinamento atmosferico,dovuto a fumi del forno di fusione e anche l'estrazione delle materie prime necessarie per la produzione vetraria (sabbie silicee, dolomite..), ottenendo un altro vantaggio ambientale. Il vetro può essere riciclato infinite volte, ma il consiglio è quello di preferire bevande o liquidi contenuti in "vuoti a rendere" invece che "a perdere".

Il Vetro viene portato negli appositi impianti di selezione individuati dal Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI) e poi consegnati alle diverse aziende per il recupero.

Per saperne di più: CO.RE.VE. (Consorzio Recupero Vetro)